Nuovi sintomi di coronavirus COVID-19

1. Quali sintomi possono essere infettati dal nuovo coronavirus?
I sintomi generali della nuova infezione da coronavirus sono: febbre, affaticamento, tosse secca e dispnea compaiono gradualmente; alcuni pazienti hanno sintomi di lieve insorgenza e potrebbero non avere nemmeno la febbre evidente.
I sintomi gravi includono sindrome da distress respiratorio acuto, shock settico, acidosi metabolica difficile da correggere e coagulopatia. A giudicare dai casi attuali, la maggior parte dei pazienti ha una buona prognosi e alcuni pazienti sono gravemente malati e addirittura muoiono.
Oltre ai suddetti sintomi, potrebbero esserci sintomi "atipici", come:
(1) Solo le prime manifestazioni di sintomi digestivi: come lieve appetito, affaticamento, scarsa mentalità, nausea e vomito, diarrea, ecc .;
(2) Prima manifestazione con sintomi neurologici: come mal di testa;
(3) Prime manifestazioni dei sintomi del sistema cardiovascolare: come palpitazioni, senso di oppressione al torace, ecc .;
(4) Prima manifestazione con sintomi oftalmici: come congiuntivite;
(5) Solo arti dolenti o muscoli lombari.


2. Se compaiono manifestazioni cliniche come febbre, affaticamento e tosse secca, significa infezione da nuova polmonite coronarica?
Molte malattie respiratorie mostreranno sintomi come febbre, affaticamento e tosse secca. La necessità o meno di diagnosticare l'infezione dipende dal fatto che il medico abbia visitato l'area dell'epidemia prima dell'insorgenza della malattia, sia stato esposto a casi sospetti o confermati e i risultati degli esami di laboratorio.


3. La tosse secca è uno dei sintomi, quindi qual è la differenza tra tosse secca e tosse?
La differenza principale tra una tosse secca e una tosse è la presenza di espettorato.
Una tosse secca è una tosse che non ha o espettorato quando tossisci. Una bronchite acuta da raffreddore e acuta può anche causare tosse secca e sono comuni anche alcune infezioni respiratorie, come sinusite acuta, rinite acuta, tonsillite acuta, faringite acuta ed episodi acuti di bronchite cronica. Inoltre, l'inalazione di alcuni gas irritanti e polvere può anche indurre tosse secca acuta.
La tosse è un meccanismo di risposta protettiva del tratto respiratorio che può eliminare secrezioni e fattori dannosi nel tratto respiratorio. L'espettorato si forma quando le secrezioni o i fattori dannosi nelle vie aeree vengono espulsi dal corpo con l'azione di una tosse. La tosse e l'espettorato di solito significano che il tratto respiratorio è irritato o ha una malattia.


4. Quali sintomi devono essere trattati in tempo?
Se hai sintomi come febbre, affaticamento, dolori muscolari, tosse, espettorato, mancanza di respiro, diarrea, congestione congiuntivale, ecc., Dovresti cercare un trattamento medico in tempo, e dire al medico la storia dei viaggi o la storia dei contatti delle due settimane prima della malattia, in modo che il medico possa rapidamente esprimere un giudizio.


5. Quale dipartimento vai in ospedale per i sintomi?
Per i pazienti con febbre, affaticamento e tosse, gli infermieri effettueranno prima una misurazione della temperatura e li guideranno in una clinica per la febbre quando arrivano in ospedale. Il medico ambulatoriale ti chiederà se sei stato nell'area epidemica entro 2 settimane e sei stato esposto a casi sospetti o confermati. Se si tratta di polmonite sospetta, il medico raccoglierà i tamponi della gola, l'espettorato e altri campioni e li invierà ai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie o il laboratorio ospedaliero condizionale per i test di nuovo coronavirus. Se i risultati dei due test contabili sono positivi, la diagnosi è confermata.


6. Qual è la differenza tra la nuova polmonite da coronavirus e i sintomi dell'influenza e del raffreddore comune?
La polmonite da nuovo coronavirus si manifesta principalmente con febbre, affaticamento, tosse secca, ecc. Alcuni pazienti sono accompagnati da sintomi respiratori e digestivi superiori come congestione nasale, naso che cola e diarrea. Può essere accompagnato da polmonite, ma la polmonite precoce potrebbe non avere febbre, solo brividi e sintomi di infezione respiratoria, ma la TC mostrerà polmonite.
Nei casi più gravi, la dispnea o l'ipossiemia si sviluppano generalmente dopo 1 settimana, mentre nei casi più gravi si sviluppano rapidamente sindrome da distress respiratorio acuto, shock settico, acidosi metabolica difficile da correggere e disfunzione della coagulazione.
Vale la pena notare che nel corso di pazienti gravi e in condizioni critiche, può esserci una febbre da moderata a bassa, anche senza febbre evidente.
I pazienti lievi mostrano solo febbre bassa, lieve affaticamento e assenza di polmonite e di solito si riprendono dopo 1 settimana. Alcune persone infette non presentano sintomi clinici evidenti e risultano solo positivi. A giudicare dai casi attuali, la maggior parte dei pazienti ha una buona prognosi, i casi dei bambini sono relativamente lievi e alcuni pazienti sono gravemente malati. Alcuni bambini e casi neonatali possono presentare sintomi atipici, manifestati come sintomi gastrointestinali come vomito e diarrea, oppure manifestarsi solo come debolezza mentale e mancanza di respiro. I decessi sono più comuni negli anziani e in quelli con patologie croniche sottostanti.

I sintomi dell'influenza sono principalmente febbre, mal di testa, dolore muscolare e disagio generale. La temperatura corporea può raggiungere i 39-40 ° C, e possono esserci brividi e brividi. Molti sono accompagnati da sintomi sistemici come dolori articolari muscolari, affaticamento e perdita di appetito. Spesso, mal di gola, Una tosse secca può avere naso chiuso, naso che cola e fastidio dietro lo sterno.
Viso arrossato, congestione congiuntiva. Parzialmente caratterizzato da vomito, dolore addominale e diarrea, è comune nei bambini con infezione da influenza B. Il decorso dei pazienti senza complicanze era auto-limitante e la temperatura corporea è tornata alla normalità dopo 3-4 giorni dall'insorgenza dei sintomi, i cui sintomi generali sono migliorati, ma di solito sono necessarie da 1 a 2 settimane per la tosse e il recupero fisico.
La polmonite è la complicazione più comune Altre complicazioni includono danni al sistema nervoso, danno miocardico, miosite, sindrome da rabdomiolisi e shock settico.
I comuni raffreddori si manifestano principalmente con la congestione nasale e il naso che cola.La maggior parte dei pazienti ha sintomi lievi e generalmente non causa sintomi di polmonite.


7. Cosa fare se sospetti che qualcuno intorno a te sia infetto dal nuovo coronavirus?
Se sospetti che le persone intorno a te siano infettate dal nuovo tipo di coronavirus, dovresti prima indossare una maschera, mantenere una distanza di oltre 2 metri dall'altra parte, ed evitare una stretta comunicazione con l'altra parte, quindi raccomandare all'altra parte di indossare una maschera e andare all'ospedale designato più vicino per una diagnosi e un trattamento a caldo in tempo.


8. Le persone anziane sono più sensibili al nuovo coronavirus?
In primo luogo, le persone di età pari o superiore a 65 anni sono generalmente definite come "persone anziane" nella diagnostica. Tuttavia, le condizioni fisiche di ognuno sono diverse e si raccomanda alle persone di età superiore ai 60 anni di aumentare la consapevolezza della propria salute e di prestare molta attenzione alle proprie condizioni.
I nuovi coronavirus sono generalmente sensibili a varie popolazioni. Tuttavia, l'immunità generale degli anziani è generalmente bassa e spesso accompagnata da malattie di base come le malattie cardiovascolari. Dopo l'infezione, la malattia è più grave ed è più probabile che progredisca rapidamente verso una malattia grave o addirittura la morte. Pertanto, è effettivamente necessaria maggiore attenzione.


9. Come non perdere la diagnosi di pazienti "atipici" senza febbre e tosse?
Possibili primi sintomi in pazienti `` atipici ''
Secondo il "Riconoscimento e protezione della nuova polmonite da coronavirus (2019-nCOV), i pazienti prestano grande attenzione ai primi sintomi del sistema non respiratorio", pubblicato dal gruppo di ricerca dell'ospedale popolare dell'Università di Wuhan il 23 gennaio
Alcuni pazienti hanno sintomi non respiratori come primo sintomo, come:
Prime manifestazioni dei sintomi dell'apparato digerente: come lieve anoressia, affaticamento, scarsa mentalità, nausea e vomito, diarrea, ecc .;
Prime manifestazioni di sintomi neurologici: come mal di testa;
Sintomi del sistema cardiovascolare come prima manifestazione: palpitazioni, senso di oppressione al torace, ecc .;
Prime manifestazioni di sintomi oftalmici: come congiuntivite;
Solo arti dolenti lievi o muscoli lombari.
I pazienti sopra menzionati con sistema non respiratorio come prima manifestazione sono facili da recarsi nei dipartimenti pertinenti, come gastroenterologia, neurologia, medicina cardiovascolare, ecc., Che possono facilmente portare a diagnosi errate e diagnosi errate.


10. Cosa devo fare come operatore sanitario?
Poiché alcuni pazienti con il nuovo tipo di polmonite da coronavirus non presentano sintomi evidenti come la febbre, è necessario aumentare completamente la vigilanza dei pazienti con scarso appetito, affaticamento, indolenzimento muscolare (incluso indolenzimento lieve) e insufficienza mentale e condurre indagini pertinenti in modo tempestivo.
L'anamnesi del paziente dovrebbe essere richiesta in modo più dettagliato: specialmente per i pazienti con diagnosi sospetta o confermata, storia di febbre nelle ultime due settimane.
Per tali casi "atipici", devono essere eseguiti esami del sangue tempestivi e test patogeni respiratori e, in determinate condizioni, devono essere eseguiti esami della TC toracica e, al contempo, deve essere effettuata una comunicazione completa con i pazienti e le loro famiglie.
Se vengono suggerite anomalie, la rilevazione del coronavirus dovrebbe essere ulteriormente migliorata.
È particolarmente sottolineato che le radiografie del torace non sono consigliate per evitare lesioni precoci mancate che sono difficili da trovare.


11. I casi sospetti e i casi confermati possono essere isolati da soli?
Secondo le ultime indicazioni di Zhong Nanshan, egli ritiene che i casi sospetti e quelli confermati non siano auto-isolati in casa perché il reparto non è sufficiente. Questo comportamento è molto pericoloso Al momento, il Vulcan Mountain Hospital può alleviare la pressione dei grandi ospedali per curare i pazienti gravi.

 

Leave a comment